IDROKINESITERAPIA

Grazie alla Dottoressa Claudia Miraglia Fisioterapista, Assistente bagnante ed Istruttrice di nuoto e’ possibile eseguire sedute Fisioterapiche in acqua sia individuali che di gruppo.

fisiorun.it@gmail.com

La fisioterapia si fa (anche) in acqua!

Grazie all’idrokinesiterapia e’ possibile sfruttare tutti i vantaggi dall’acqua a scopo curativo e riabilitativo.

L’acqua sostiene ed alleggerisce il peso corporeo, creando un ecosistema perfetto per iniziare precocemente la riabilitazione; consente di associare l’esercizio in scarico, sgravando il peso corporeo, all’esercizio contro resistenza sfruttando l’acqua stessa.

L’acqua, inoltre, favorisce un effetto miorilassante su contratture persistenti e dolori muscoloscheletrici.

Da non confondere con la ginnastica in acqua (acquagym, acquagag, etc.), l’idrokinesiterapia puo’ essere svolta esclusivamente da professionisti sanitari (Fisioterapista in possesso di Laurea che dopo il superamento dell’esame di stato sia regolarmente iscritti all’albo).

A chi e’ indicata l’idrokinesiterapia?

La riabilitazione in acqua e’ stata validata per numerose patologie e tipologie di pazienti.

In ambito ortopedico e traumatologico e’ indicata per la riabilitazione pre e post operatoria (es. ricostruzione del legamento crociato anteriore, protesi di ginocchio, interventi alla spalla, ecc.) per una ripresa graduale della mobilita’ articolare, della forza muscolare e del carico precoce.  E’ anche indicata per pazienti con problematiche alla colonna vertebrale, cosi’ come per curare quadri di artrosi, artriti e altri disturbi articolari, sia acuti che cronici.

In ambito neurologico e’ consigliata per pazienti para/tetraplegici ma anche per bambini con patologie riguardanti il sistema nervoso centrale (es. paralisi cerebrale infantile). La temperatura dell’acqua e’ in questi casi particolarmente importante perche’  favorisce il rilassamento muscolare e quindi la riduzione dell’ipertono patologico.

Spesso utilizzata come unico trattamento, la riabilitazione in acqua puo’ anche essere associata alla fisioterapia a secco.