#IORES(IS)TOA CASA Manuale per sopravvivere al Covid19 (e pure dopo)

facebookmail

Le mie idee e pensieri migliori nascono mentre corro.

In piena emergenza Coronavirus, questa mattina, naturalmente in rigorosa ottemperanza alle prescrizioni governative, mi sono calato la mia quotidiana dose endorfinica di attività aerobica: una corsetta prossima al mio luogo di domicilio.
Se siete fra gli integralisti che ritengono che la mia condotta costituisca reato, invoco a mia discolpa lo stato di necessita’. (Sono uscito per comprare le sigarette).
Come attenuante prima della mia performance ho sincronizzato gps, glonass e galileo in modo da programmare un percorso intercluso ai piuù
Anche l’orario non favoriva assembramenti (nemmeno casuali).
Così è stato. Non ho incontrato nessuno. 

Sono rientrato ai domiciliari pensando che: 

  • Quando un uomo con un ragionamento incontra un uomo con uno slogan, l’uomo con il ragionamento ne esce sicuramente sconfitto. E lo slogan del momento e’ #iorestoacasa.

Non lo nego: in questi giorni mi e’ capitato spesso di fronteggiare le dure critiche di chi mi ha accusato senza mezzi termini di istigare all’uscita.

Sia chiaro una volta per tutte: IO ISTIGO AL REGOLARE SVOLGIMENTO DELL’ ATTIVITÀ FISICA E COMBATTO DA SEMPRE ED OGGI ANCORA DI PIU’ LA SEDENTARIETÀ (IN QUANTO CAUSA PRIMARIA DI MOLTE PATOLOGIE E DI MORTE). IL TUTTO NEL PIENO RISPETTO DELLA LEGGE E DELLE NORME DI PRUDENZA

Ad oggi, per lo meno in Lombardia, l’attività fisica in spazi aperti è consentita a condizione che sia rispettata la distanza interpersonale di 1 metro (meglio 2 metri per chi corre). E non occorre nemmeno portarsi un’autocertificazione (attività fisica in spazi aperti per necessità).  
Attestate tuttavia le difficoltà insormontabili di “mantenere la distanza interpersonale di un metro” non mi resta che fornire alcuni consigli per mantenersi in buona salute. Con  indubbi vantaggi, qualche avvertimento e qualche considerazione.

  1. Riduzione dell’ inquinamento: Guardiamo anche i lati positivi. Il coronavirus sta salvando anche tante vite umane dallo smog: ogni anno fa diverse centinaia di migliaia di morti solo in Europa senza che nessuno vada nel panico. Possiamo cantare “azzurro” a pieni polmoni sul balcone, godendo aria pulita e senza fare nessuno sforzo.
  2. Attenzione agli incidenti domestici: Avvelenamenti, cadute dalle scale, incendi in cucina ecc rientrano nella top ten delle cause di morte.Tra un applauso e l’altro alla finestra, prendetevi anche del tempo per posizionare i detersivi fuori dalla portata dei bambini, eliminare tappeti se ci sono persone anziane ecc…
  3. Eliminate il fumo: uscire a comprare le sigarette e’ consentito. Ricordate che il tabacco uccide 8 milioni di persone all’anno (più un’altra milionata abbondante per fumo passivo). Se non avete un cane non prendete la scusa delle sigarette per uscire a farvi un giro.
  4. Curate l’alimentazione: avere tempo a disposizione può essere un’ottima idea per allenarsi per tentare di partecipare alla prossima stagione di masterchef. E i supermercati sono sempre aperti e ben forniti. Ma non dovete per forza mangiare tutto. Sovrappeso e obesita’: quasi tre milioni di morti ogni anno. #iorestoacasa non significa che ci si deve restare con la pancia sempre piena.
  5. FATE ATTIVITÀ FISICA 

Stare in casa e’ un’ottima misura di prevenzione per contrastare il diffondersi del virus. Ma la permanenza forzata può condurre anche a comportamenti che contribuiscono a inattività, ansia e depressione: fattori  di vita sedentaria peggiorativi per tutte le patologie croniche (40 milioni di morti ogni anno). Passare ore seduti sul divano sparandosi serie infinite su Netflix, o in chat interminabili nel gruppo genitori della classe prima C (ovid) evita la trasmissione del virus ma nuoce comunque alla salute. 
Pur restando in casa e’ fondamentale mantenere un buon livello di attività fisica.
La dose minima raccomandata e’ 30 minuti al giorno. Ma ogni minuto aggiuntivo non può che farvi bene. 
Non e’ facile raggiungere livelli intensi di esercizio stando in casa se non avete una cyclette o un tapis roulant. Fortunatamente il web ci aiuta. 
Marzo 2020 sara’ ricordato anche per la possibilità di abbonamenti premium gratuiti ai siti maggiormente consultati. 
Caso vuole che in rete si trovino anche migliaia di nuovi tutorial video di personal trainer. Cercatevi dei buoni circuiti di esercizi e dateci dentro. (parola chiave “home fitness” su you tube)
Mantenere un altro livello di fitness e di attività cardiovascolare permette di mantenere anche in ottimo stato le nostre difese immunitarie

Bloccare la circolazione del virus e’ fondamentale.  La salute pubblica va garantita e tutelata con misure drastiche.
Ma #voletevibene, e pensate alla vostra salute a 360 gradi. 
Guardate la ciambella e non solo il buco!

facebookmail