Mal di schiena: il mito della postura perfetta e della sedia migliore

facebookmail

Il mal di schiena rappresenta il flagello del ventunesimo secolo. Solo in Italia costa circa 30 milioni di giornate lavorative perse in un anno e rappresenta la principale causa di disabilita’ lavorativa.

La gran parte delle persone si suda oggi il salario senza muoversi dalla sedia e nell’immaginario collettivo la postura corretta è il segreto per prevenire o ridurre fastidiose lombalgie e cervicalgie.
La relazione è semplice, intuitiva e molto attraente: postura corretta uguale assenza di dolore.

Sull’onda del marketing e grazie a questa dogmatica e spesso indiscussa relazione sono nate aziende che producono sedie paragonabili a delle Ferrari (per il prezzo), cuscini, corsetti, cinture, sistemi ergonomici  ed altre curiose amenità dal design accattivante.

Completano il quadro miracolosi corsi di ginnastica posturale, sedicenti “posturologi” o “aggiustatori” di bacini slivellati e risolutivi bite per masticazioni asimmetriche.

Ma esiste realmente La postura corretta? Ha senso mirare ad ogni costo ad una postura perfettamente simmetrica ?

Non si può dire di avere avuto un’ infanzia felice senza la mamma che ripeteva “stai su dritto” . E la mamma, si sa, rappresenta la massima autorità scientifica in ogni campo.

Ma con buona pace sua e di tutti i venditori non esiste né un gold standard di postura corretta né una relazione tra dolori e posizione dei segmenti nello spazio.

La postura è solo uno dei tanti pezzi che compongono il puzzle del problema schiena. E spesso non c’entra nemmeno nulla: ci sono un’infinità di persone con un’ottima postura e tanto dolore e moltissimi con una terribile postura e nemmeno un fastidio.

Cercare di non avere il mal di schiena affidandosi a una sedia miracolosa è come pensare di mangiare un’ottima lasagna commissionando la besciamella a Carlo Cracco.

Se non avete idea di come si faccia il ragù, ci mettete la suola delle scarpe al posto della pasta e cuocete in frigo anzichè in forno state sicuri che le lasagne non ve le mangiate. Nonostante la besciamella Made by Cracco o Vissani.

Allo stesso modo, per il benessere della vostra schiena, oltre alla sedia pensate alla vostra attività fisica , a come dormite a quali stress siete sottoposti…

Buon appetito.

facebookmail